Info

Sono convinto che l’intestazione del blog “Politica italiana oggi: rialziamo la testa ” sia di per sè abbastanza chiara. Attualmente i nostri politici più significativi hanno abbandonato la strada della vera politica: ” amministrare al meglio nell’interesse della gente”, sacrificandosi anche per il raggiungimento di tale obiettivo, ed hanno imboccato la via dell’interesse particolare, della difesa del posto, della rissa per le poltrone. Siamo arrivati ad una politica senza regole, salvo quella di gestire il consenso in funzione del potere. Ed allora prosperano la corruzione ed il malaffare, che non sono accidenti ineluttabili e nemmeno l’effetto di qualche isolata mela marcia: purtroppo è il sistema. Il cittadino vive così sulla propria pelle gli effetti di una politica sbagliata. Di frontre a ciò milioni di Italiani non possono tacere, subire o lamentarsi isolatamente, debbono rialzare la testa e dire chiaramente con l’esempio della propria condotta di vita e con la protesta civile e democratica, che tale situazione non può continuare. Le tre parole che vedete impresse sui colori della nostra bandiera nazionale sono obiettivi per i quali dobbiamo impegnarci: la giustizia, la condivisione (esatto contrario dell’egoismo e del personalismo esasperato), e la vera libertà ( non quella mascherata e propagandata per il semplice fatto che andiamo a votare). Se raggiungeremo tali obiettivi, potremo godere certamente di una vita più serena e più dignitosa.

Scopo del blog è quello di scambiarci delle opinioni in proposito, di capire, di agire.

A tutti un grazie.

Gian Battista Gallotti

Per correttezza alcune notizie sullo scrivente.

Nato a Novara nel 1941, docente di lettere e preside, ha organizzato e diretto due scuole medie statali sperimentali a Busto Arsizio. Nella medesima città ha dato vita ad una scuola sperimentale presso il carcere, favorendo il dialogo carcere-società esterna. Nella scuole da lui dirette ha inserito i corsi serali per lavoratori (150 ore) ed ha curato corsi per alunni disabili. Ha presieduto commissioni di concorso a cattedra ed è stato collaboratore dell’IRRSAE Lombardia. Per un decennio, tra gli anni 80 e 90, ha presieduto il circolo di Legambiente di Busto Arsizio, interessandosi ai problemi ambientali del comprensorio varesino. Trasferitosi nel comune di Veruno (NO) ricopre attualmente l’incarico di consigliere comunale per una lista civica nel proprio comune (1700 abitanti)Responsabile di Legambiente per il territorio Ovest Ticino, si è interessato ai problemi ambientali connessi con lo sviluppo di Malpensa.

Ha pubblicato anche tre volumetti di poesie, ottenendo vari premi e riconoscimenti.

 

Lascia un commento